Dalla libreria al parco di porta Venezia

Leggere un buon libro appena comperato in libreria seduti su una panchina al parco

Leggere il libro appena preso in libreria su una panchina al parco: un pezzo di paradiso

Sono appena uscita dalla libreria. Mi sono comperata tre libri per me e solo per me. E’ stato un atto di edonismo bello e buono. Prendo a piedi e cammino fino al parco. Pregusto con ansia il momento in cui potrò assaggiare il saporito piatto a base di osservazioni interessanti, battute argute e situazioni inaspettate che qualcuno ha preparato per me e che, ora,  giacciono nel sacchetto della “Mondadori” che tengo stretto nel mio palmo. Scelgo una panchina, mi siedo comodamente , ma tutta da un lato, come per lasciare posto a quegli amici che tengo nel sacchetto di libri. Scelgo il primo dei tre, lo estraggo ed inizio a sfogliarlo. Incomincio a leggiucchiare un po’ quà ed un po’ là, come per fare conoscenza con un ragazzo alla prima uscita. Pasticcio con tutti i miei acquisti e perdo il contatto con il tempo e con la realtà. Si è già fatta sera ed io devo correre in metrò per tornare a casa. Ma non è forse questo il senso vero del leggere libri, dell’ascoltare storie, del seguire trame? Per quanto mi riguarda questo è propio un pezzo di paradiso.

Questa voce è stata pubblicata in Milano e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...